Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
Cinema & Business
Vedi tutti i film in programmazione
Benvenuti a Marwen
City of Lies
Una Notte di 12 Anni
Non ci Resta che il Crimine
Attenti al Gorilla
Guarda i Box Office



Le Charts della Settimana
La battaglia di Natale
Il momento della grande competizione: Mary Poppins sfida Boldi-De Sica
Intanto sale sullo schermo la Befana e molte posizioni saranno rivoluzionate

Era prenotato da più di un anno,casa Disney contava molto nel Ritorno di Mary Poppins durante il periodo più redditizio dell’anno. Il volto di Emily Blunt poteva essere una scommessa nel vuoto,ma chi ha già visto il film sa con certezza come quei lineamenti arcigni invece ben si adattino alla nuova storia di Mary Poppins con modo autenticamente esistenziale. Nove giorni di programmazione hanno consegnato € 8.300.000 quantificati dalla vendita di 1.250.000 biglietti che rappresentano una cifra sicuramente interlocutoria in vista di nuove festività importanti. Alla fine dovrebbe far meglio di Coco,il Disney dell’anno scorso,che tagliò il traguardo definitivo a quota € 11.330.000. Dobbiamo registrare che dal giorno dell’uscita (19 dicembre) Il Ritorno di Mary Poppins non ha immediatamente giocato tutte le proprie carte realizzando € 2.673.000 attraverso una media per schermo appena buona con 520 presenze nei quattro giorni di rilevamento. Cambio deciso di marcia per Natale e Santo Stefano dove la produzione Disney segnerà € 995.000 esplodendo addirittura il giorno 26 con € 1.910.000. In un panorama distributivo di fine anno che da alcune stagioni si divide in due parti,l’ultima delle quali è scattata il 27 dicembre,va considerata una sorprendente performance allo start. Il ritorno della ricetta classica del cinepanettone Boldi-De Sica è stato vista con favore da un pubblico che non si era mai dimenticato della coppia comica. Amici come Prima nella versione diretta dallo stesso Christian De Sica e distribuita da Medusa appare in veste di outsider ma i fatti la confermano vivace,ottiene nel primo weekend € 1.719.241 venendo vista da un numero di spettatori per cinema pari a quello di Mary Poppins. Nel giorno natalizio sarà felicemente in vetta battendo la pellicola family e portando in cassa € 1.350.000 che rappresentano 50.000 ingressi in più del temibile competitor. Amici come Prima attualmente ferma € 6.000.000. Tra i film veterani della classifica continua a rendere senza cedimenti,Bohemian Rhapsody,che arrivato vicino al traguardo del mese festeggia il primato di nuovo leader della stagione 2018/19. Avevamo ben previsto la velocità e l’apprezzamento che sarebbe stato riservato alla biografia di Freddie Mercury e Queen,adesso ha superato 20 milioni di euro dopo la visione di 2.850.000 persone e non pare intenzionato a fermarsi. Alle ultime uscite sarà consentito maggior espansione dopo l’inizio dell’anno,intanto tre pellicole Spider-Man: un Nuovo Universo,La Befana Vien di Notte e Moschettieri del Re,presentano credenziali tutte da interpretare. La versione cartoon di Spider Man prende al volo il Natale e in quella giornata scrive € 474.000 e nei quattro giorni successivi aggiungerà altri € 690.000. La Befana Vien di Notte con Paola Cortellesi cercherà di replicare il successo di un anno fa di Come un Gatto in Tangenziale. Medesimo rush caratteriale del precedente,all’esordio sommando tre giornate il film conta € 1.670.000 che raffrontato in parallelo con il precedente film lancia incoraggianti prospettive: Un anno fa,Come un Gatto in Tangenziale,raccolse soltanto € 720.000 in due giorni ma il grosso arrivò a gennaio fermandosi intorno a € 9.000.000. Più defilata appare la posizione de Moschettieri del Re,che in tre giorni metterà in tasca un milione di euro ma i giochi non sono affatto terminati per nessuno.
30 dicembre 2018
La Redazione
Cinema & Business
Bohemian Rhapsody: Il mondo ama i Queen
Mentre giunge in Italia vediamo quanto finora il film ha raccolto nel mondo
Fin da subito aveva recuperato il budget e si avvia largamente ai dividendi

Bohemian Rhapsody: Il poster del film
Bohemian Rhapsody: Il poster del film

La serata di gala svoltasi il 23 ottobre scorso ha segnato il debutto ufficiale di uno dei film più attesi della stagione cinematografica. Bohemian Rhapsody,è la cronologia piena di varianti umane e dell’eclettico sound che va a rappresentare i Queen durante gli anni sfavillanti,controversi del gruppo più amato dopo i Beatles. Bohemian Rhapsody è il brano che ha dato il successo definitivo a Freddie Mercury & Co,il pezzo ancor oggi più ammirato nei poliedrici stilismi della sua esecuzione. Proprio a novembre si celebra lo storico anniversario della canzone,pubblicata nell’album A Night at the Opera,che uscì all’inizio di quel mese nel 1975. Il vero trionfo dei Queen cominciò qualche settimana dopo quando Bbc1,nel prime time della vigilia di Natale,mandò in onda il live tv di un memorabile concerto dall’Odeon Hammersmith di Londra,dove Bohemian Rhapsody fu cantata per la prima volta davanti al pubblico. Così novembre per magica ricorrenza dal sapore cabalista fa vivere di nuovo i suoi giorni nel nome di quel titolo,stavolta è la celebrazione di un mito che tuttora non sembra appannarsi. La vita conturbante,la voce di Freddie e il vigore rivoluzionario dei Queen sembrano una parabola tuttora contemporanea che viene confermata dai numeri eccellenti riscossi dalla pellicola in giro per il mondo. Nei giorni di fine mese è in arrivo in Italia,ma il dibattito e le cifre che stanno montando a livello internazionale saranno con ogni probabilità ulteriore incentivo per dare la giusta scossa ai cinema della penisola. E’ stato presentato alla Wembley Arena,accanto al mitico stadio che vide protagonista il gruppo nel Live Aid 1985,un contest rappresentativo della massima importanza anche nel messaggio del film. Le cifre dalla Gran Bretagna,dove viene proiettato dal 24 ottobre,sfoderano dati quanto mai significativi per la produzione targata 20th Century Fox e da allora ha raggiunto 40 milioni di sterline,che in biglietti corrispondono a 4 milioni e mezzo d’ingressi. Negli Usa sta oltrepassando pure qui il mese di programma con un ragguardevole $ 155.382.971 che lo colloca al 15° posto del 2018. Le cifre giunte dalla Francia suggellano per Bohemian Rhapsody numeri da guinness per un film sul rock corrispondenti a 2 milioni e 700 mila presenze,se osserviamo nel particolare a Parigi in 28 giorni verrà visto da mezzo milione di persone. Germania concede alla pellicola un benefit di 1.600.000 biglietti staccati ma ancor più sorprendentemente riuscirà a fare in Spagna. I Queen in pellicola (Imax) nei canonici trenta giorni di programma incasseranno € 14.444.690 come dire che sono stati preferiti da 2 milioni e 300 mila spagnoli. Il dato iberico è importante in prospettiva italiana perché l’andamento potrebbe rivelare similitudini attitudinali e di preferenze quasi omogenee che spesso si concretizzano. Andamento lusinghiero anche in Russia con 3.350.000 presenze. Al termine del mese di novembre,Bohemian Rhapsody,è presente nelle classifiche di oltre 60 paesi del mondo,in cui ha ricavato il 68% del totale fuori degli Stati Uniti,con un incasso che supera 490 milioni di dollari. Il film dal budget stimato in 52 milioni di dollari attraverso le cifre raccontate avrebbe già raggiunto le credenziali per ottimi ricavi economici.

29 novembre 2018