Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
Cinema & Business
Vedi tutti i film in programmazione
Nope
Shark Bait
The Twin – L’Altro Volto del Male
X: A Sexy Horror Story
Thor: Love and Thunder
Elvis
Jurassic World: Il Dominio
Top Gun - Maverick
Guarda i Box Office



Dove i film non sono andati in quarantena
Viaggio attraverso i paesi che non hanno chiuso i cinema per pandemia Covid
Differenze tra emisferi, crisi in occidente mentre Russia e Cina risorgono

Cina: Pubblico al cinema in sicurezza
Cina: Pubblico al cinema in sicurezza
Alla fine del 2020 è scattato il lockdown britannico che di fatto ha chiuso le sale quando l’arrivo di Wonder Woman 1984 sembrava aver fornito un buon grado di risveglio a tutta l’attività. Così in Europa occidentale la bandiera del cinema resta issata soltanto in Spagna,che con ogni probabilità sta offrendo la sintesi di quanto sarebbe potuto accadere nel mercato cinematografico allargato se non fosse avvenuto il disastroso periodo. Nonostante medie settimanali lontane dai ricordi di poco tempo fa la penisola iberica si divide in un duello di bella competizione tra Croods 2 – Una Nuova Era (€ 4.000.000) e il sequel DcComics interpretato da Gal Gadot (€ 3.500.000). Proprio quest’ultimo,Wonder Woman,ha riproposto anche negli Stati Uniti,un interesse che in questo drammatico tempo è stato molto frizzante. Il mercato spagnolo gli attribuisce più di mezzo milione di presenze dopo due mesi,fissando un dato di buona entità e descrivendo una tappa di prim’ordine nel viaggio attraverso i paesi. Il buio nelle sale prosegue in Italia ma oltre il mare Adriatico nella prospiciente Croazia qualcosa si accende. Emerge di nuovo il fantasy di Patty Jenkins presente sugli schermi fin dalla metà dello scorso dicembre realizzando finora 39.000 biglietti. Qui vedremo per la prima volta in sala anche Soul (Disney),che al contrario dagli Usa al Mediterraneo è stato dirottato in streaming (Disney Plus). Una presenza che verso oriente sarà ricorrente ma intanto tra Zagabria e Spalato ammonta score di 23.000 unità. A febbraio come negli Usa gli spettatori croati hanno preferito Fino all’Ultimo Indizio che amplia sempre più la propria forbice con 30.000 biglietti. Addentrandoci a est la Romania mostra un panorama assai ridotto in cui i grandi brand internazionali aspettano tempi migliori. Pochi cinema ma interesse concentrato da svariate settimane su Dolittle (131.500) e sul Robert DeNiro di Nonno Questa Volta è Guerra,film finora seguito da 55.000 spettatori,mentre Honest Thief con Liam Neeson ha attratto finora 28.000 persone. Tra le novità emerge Monster Hunter che racimola 3700 persone. Cinema risorto quando osserviamo la Russia dove si assiste ad una scelta di film sempre più estesa in rapporto anche ad importanti decisioni prese dalle autorità locali moscovite. Da metà gennaio sono terminate per decreto attuativo le restrizioni da emergenza Covid e seppur rimanendo i limiti dei posti il pubblico sembra lusingato,sollecitato a recarsi nelle sale. Tra i preferiti su larga scala ritroviamo Soul,nel primo fine settimana di proiezioni stabilirà 941 537 presenze corrispettivo di 527 unità per schermo che lieviteranno dopo qualche settimana a 4.850.000. Un bel risultato per l’animazione Disney-Pixar affermatasi dopo aver tolto il primato alla pellicola russa,The Last Warrior: Root of Evil,storia fantastica distribuita sempre da Disney,che frattanto ha raggiunto quota 7.500.000 biglietti. Croods 2 – Una Nuova Era segna 3.600.000 spettatori,mentre Wonder Woman 1984 (910.000) non ha trovato la stessa accoglienza di altri territori. Sembra promettere bene il cartoon live action Tom & Jerry che in uscita quantifica un milione di biglietti. La Cina di inizio anno sta affrontando di buona lena il post Coronavirus dopo aver vissuto una dura emergenza sanitaria che al momento fa prevalere segnali ottimistici. La conseguenza rimette in moto l’afflusso al cinema che dovrebbe fornire elementi stabili e positivi a primavera inoltrata,tuttavia il 2021 nelle prime cifre sottolinea un fattore determinante. Numeri che sono espressione della grande differenza tra i due emisferi del pianeta. Il mese di gennaio nel confronto con l’omologo 2020 registra solo - 28,8% di pubblico,quando la pandemia iniziava la diffusione ma la ripresa si mostra chiaramente se analizziamo pellicola dopo pellicola. La classifica è appannaggio totale di produzioni cinesi nella quale emerge,Hi,Mom che totalizza 105 milioni di presenze seguito da Detective Chinatown 3 con 89 milioni. Il dominio locale si consolida con A Little Red Flower,comedy che mette insieme in due mesi 39.000.000 spettatori,inseguito da Shock Wave 2, action movie da 34.600.000 biglietti. A spezzare l’andamento tutto nazionale della graduatoria riappare Soul che stabilisce nel nuovo anno una posizione mediana segnando 10.400.000 spettatori,ma l’animazione Usa piace perciò il debutto di Tom & Jerry viene seguito da 2.300.000. Tenet di Christopher Nolan in autunno fu visto da oltre 11 milioni di persone e ciò dimostra il rispetto di solito riservato ai blockbuster internazionali che attualmente vivono inquieta fase produttiva. La potenza finanziaria dei produttori cinesi in ottica globale diverrà un incrocio fondamentale,negli anni prossimi potrebbero aumentare le già consistenti joint venture con l’industria Hollywoodiana. Saranno un contributo cruciale per aiutarla a uscire dal difficile tunnel.
28 febbraio 2021