Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
Cinema & Business
Vedi tutti i film in programmazione
C’era una Volta…a Hollywood
I Miglior Anni della Nostra Vita
Burning L'Amore Brucia
Rosa
Selfie di Famiglia
Guarda i Box Office



La Mummia si risveglia in Italia e trionfa in Cina
Un'uscita con molti punti interrogativi, in Europa e Usa niente record
Controtendenza in Cina dove il film restyling batterà Wonder Woman

Sofia Boutella é La Mummia nuova edizione
Sofia Boutella é La Mummia nuova edizione
Non c’è pace per il sacro sarcofago,almeno dal punto di vista cinematografico. Le mortali spoglie del faraone Tutankhamon aperte nel 1922 trascorsi dieci anni diedero l’idea per una miniera d’oro al box office,un franchise che Universal periodicamente ha rinnovato sugli schermi fino ai giorni nostri. Da Boris Karloff a Sofia Boutella &Tom Cruise,le molte versioni hanno dato luogo a confronti e dispute ma quest’ultima apparizione per non cadere nelle solite trappole da remake o sequel doveva armarsi di nuova ipnosi. Si richiedeva una diversità marcata per sfidare il tempo ma attualizzante,attirando credibilità e riattivando quel brivido freddo che i personaggi della leggenda hanno inviato sempre con immancabili acuti dal grande schermo. L’uscita globale del restyling,La Mummia,in quest’inizio estivo rappresentava per il celebre marchio l’occasione principe per svettare sul podio dei blockbuster. I primi dati confermano accoglienza altalenante in determinate aree del globo mentre in altre il successo è senza dubbio cristallino. Il film diretto da Alex Kurtzman non ha prodotto caos ai botteghini di Europa e Stati Uniti ma andiamo per ordine. In Italia seppur con riserva comincia abbastanza bene ponendosi subito in vetta grazie a 215.000 spettatori,che produrranno € 1.554.427 in quattro giorni dominando la classifica del weekend con soli 290 biglietti di media sala. Per il vero questi numeri nel complesso sono piuttosto bassi ma in un mercato atrofico come quello nostrano basta un parco schermi più sostenuto per battere qualunque concorrenza. Infatti Pirati dei Caraibi 5 grazie all’effetto stanchezza,dopo tre settimane di permanenza e 170 schermi in meno della produzione Universal, dovrà accontentarsi del secondo posto (€ 914.354) con totale ampiamente sopra dieci milioni di euro. Altrettanto vincente sarà la posizione de La Mummia in Spagna dove il primo posto vale un gettito ben più alto di quello italiano (€ 2.580.980) e verrà visto da 389.736 persone saldando una media schermo pari a 557 presenze in tre giorni. Nel panorama europeo il film scalerà le vette anche in Croazia,Bulgaria e Portogallo sebbene i maggiori mercati indichino un trend con qualche perplessità. Dalla Germania arriva notevole delusione per Universal dove il primo weekend vale un terzo posto alla luce di 181.025 biglietti fissando una media cinema (262) ovviamente lontana dai record. Soprattutto i numeri non bastano per avere la meglio su titoli già consumati come Pirati dei Caraibi 5 (224.963 ) e in special modo sul vincitore settimanale,il veterano Baywatch (237.813). L’Inghilterra era vista come un paese chiave per le potenzialità del pubblico sollecitate anche da intense location nella storia ambientate a Londra. Alla fine del weekend l’incasso scriverà £ 3.343.650 che in dettaglio sono il totale di 670 presenze a schermo e quel sofferto secondo posto,seppur non disprezzabile e migliore rispetto al trend di altri paesi non basta a scalfire la supremazia di Wonder Woman (£ 3.480.956),ormai giunto a £ 12.841.001 dopo dieci giorni. Rispecchierà l'andamento di quanto finora accaduto in Europa l'attesa uscita americana. La Mummia pur distribuito in 4000 schermi centra di nuovo una piazza d'onore ($ 31.688.375) realizzando media intorno alle mille presenze per sala. Di sicuro le cifre rispetto a quelle finora viste sembrano alte ma negli Usa in estate si va frequentemente al cinema e il capoclassifica odierno Wonder Woman ($ 58.520.672 ),che in toale ha raggiunto $ 206.343.175,tanto per restare nella media schermo conta ben 1750 biglietti in suo favore. L'inquieta principessa Ahmanet al contrario troverà incondizionato trionfo in Cina,così La Mummia distribuito in 110.000 sale primeggia con quello che tradotto in dollari corrisponde all'incasso di $ 52.400.000. Si appresta al sorpasso di Wonder Woman che in due tornate ha raccolto $ 69.000.000 nonostante un numero di schermi molto inferiore,si fa per dire!,(40.400),abbinati al film interpretato da Gal Gadot.
20 giugno 2017