Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
Cinema & Business
Vedi tutti i film in programmazione
Il Primo Natale
Che Fine ha Fatto Bernadette?
Nancy
Dio è Donna e si Chiama Petrunya
Guarda i Box Office



Le Charts della Settimana
Jolie & Joker: Continuano a chiamarli duellanti
Maleficent e il Leone d’Oro si contendono il favore degli spettatori al cinema
Usa 2019: Un miliardo di biglietti venduti, in pole per l’Oscar Parasite e Almodovar

Duello a distanza tra i due personaggi
Duello a distanza tra i due personaggi
La partita del weekend ha sicuramente scaldato di nuovo il box office rilanciando questo duello senza precedenti. Maleficent – Signora del Male,porta ancora linfa determinante per l’affluenza di pubblico al cinema mettendo di fronte alla più recente produzione Disney la verve ancora incontenibile di Joker che persiste da quattro settimane con eccellenti medie per schermo. Il film interpretato da Angelina Jolie presente in oltre 800 sale fa registrare adesso € 7.719.581 suffragati da più di 1 milione di biglietti venduti che valgono il primo posto. Mentre l’osannata pellicola di Todd Phillips che si avvale del conturbante fascino di quella patologica risata di Joker,realizza nell’ultimo fine settimana € 2.019.111 portando il quorum del ricavato a € 24.208.053. Continua splendido il suffragio degli spettatori verso quest’ultimo film giunto sulla soglia di 3 milioni e mezzo d’ingressi che consolidano la sua seconda posizione stagionale dietro Il Re Leone in quota 5 milioni e 700 mila biglietti. Va ricordato che Maleficent nel 2014 fissò le tappe di film più visto di quell’anno con € 14.064.236 corrispettivo di 2.173.339 presenze uscendo in sala tra il 28 Maggio e il ponte del 1° Giugno. Nei primi cinque giorni di proiezioni furono € 4.896.984 a dare uno slancio determinante al primato in un parco schermi di 700 complessivi,senz’altro il confronto affievolisce un po’ il dato odierno. C’era attesa per l’opening negli Usa di Maleficent – Signora del Male e nonostante abbia messo subito in evidenza il primo posto in classifica non riuscirà a convincere gli analisti di mercato. Le prime tre giornate del weekend gli assegnavano quasi 37 milioni di dollari contro i 29 di Joker,ma nel nuovo fine settimane avviene un fatto quanto mai raro nelle classifiche di cinema. I due contendenti quasi pareggiano con Angelina Jolie che raccoglie $ 19.369.877 e Joaquin Phoenix fa $ 19.248.035. Soltanto spiccioli per determinare la vetta,eppure nel totale raggiunto gli esiti saranno troppo differenti con Joker tranquillo verso 300 milioni ($ 277.931.557) e il nuovo episodio targato Maleficent che staziona lento a $ 66.245.035. Nel 2014 l’esordio negli Stati Uniti del capostipite con la Jolie rese $ 69.431.000 accumulando alla fine $ 236.412.000 che segnarono l’ottava performance dell’anno. Come si può notare dalle tendenze descritte ben difficilmente il sequel riuscirà a sostenere un passo agiato sulle orme del capostipite. Queste sono state settimane importanti per la classifica americana che rileva il raggiungimento di un miliardo di presenze al cinema,ma nei medesimi giorni del 2018 i biglietti ammontavano a 1 miliardo e 42 milioni. Si osserva uno lieve scarto che significa -4% al box office in termini di spettatori,seppur al momento si evidenzia l’andamento negativo questo potrebbe essere ribaltato con il rush di fine anno quando verranno presentate grandi produzioni avvicinandosi l’interesse all’Oscar. A proposito di statuette dorate tra le pieghe dell’attuale classifica sono spuntate due pellicole estere di potenziale nomination alle cinquine che fanno parlare di sé con maiuscola rilevanza. Dolor y Gloria di Almodovar staziona intorno alla ventesima posizione dopo aver superato ampiamente il milione di euro ($ 1.653.720) con una presenza di schermi sopra 100 unità. Stabilisce una media per sala di 3200 dollari lasciando prevedere a breve un ulteriore aumento di proiezioni. Il vincitore della Palma d’Oro a Cannes 2019,Parasite,sembra far intuire grandi prospettive con l’esplosiva limpidezza dei fatti. Il film sudcoreano trascorsi venti giorni dallo start segna $ 4.106.000 anch’esso in oltre cento cinema,ma ciò che sorprende è la media per ciascuno rivelatasi straordinaria per una storia di cultura lontana dagli Usa. La cifra ammonta a 14.100 dollari a testa ovvero il dato più alto del momento che in assoluto permetterà a Parasite di porsi al limite della Top Ten. Intanto la pellicola presenta un incasso mondiale di 97 milioni di dollari,un biglietto da visita che senza riserve strizza l’occhio ai giurati dell’Academy Awards. Quando il prestigio diventa locomotiva della popolarità.
29 ottobre 2019
La Redazione
Cinema & Business
Joker: Senza pausa l’affluenza ai cinema
Quando c’è emozione non esistono ostacoli per vedere un film al cinema
In Italia replica lo stesso incasso dell’esordio, i numeri segnati negli altri paesi

La conquista del Leone d’Oro è stata senza dubbio una sorpresa ma il magnetismo con cui Joker ha attratto all’unanimità gli stessi componenti della giuria veneziana diverrà una componente altrettanto essenziale che stiamo ritrovando in questi giorni nel pubblico. Il successo al box office non presenta le tipiche movenze di un blockbuster annunciato ma consegue tutta una svolta dal sapore epidemico che porta gli spettatori dalla parte dell’emozione,trasportandoli al cinema,coinvolgendoli senza ricatti,facendoli discutere amabilmente all’uscita degli spettacoli. Questa versione dal tatto diverso e umanistico del celebre personaggio creato da DcComics potrebbe rappresentare un cambiamento importante nel disegno dei format sul grande schermo che ha fin qui segnato la storia dei personaggi nati dai fumetti. Le tracce passionali,percettive a questo possibile percorso virtuoso si sono viste molto limpide nella pellicola diretta da Todd Phillips. In Italia nella settimana successiva all’esordio replicherà praticamente il medesimo incasso dell’opening confermando il senso di ottimo gradimento. I primi giorni di proiezioni lasceranno un conteggio pari a € 6.263.908 che sono corrispettivo di una media per schermo per oltre 1000 ingressi ciascuna. Sette giorni dopo il resoconto del weekend scriverà € 6.047.349 che avvalorando nuovamente l’invidiabile media circoscritta in precedenza descriverà un fattore tendenziale di rara comparsa. Solitamente un film di forte appeal pur sommando cifre notevoli al giro della seconda settimana presenta cali fisiologici del tutto compatibili ma stavolta pare che il flusso abbia un’animazione insolita e attratta senza mezzi termini dalle vicende del Joker. Consideriamo che di lunedì,giorno un po’moscio per la biglietteria ha superato il milione di euro,intanto passato il traguardo dei due weekend la pellicola giunge a 17 milioni di euro con una pregevole somma di biglietti venduti ormai in quota 2.500.000. Negli Stati Uniti Joker ha impresso al box office il più grande debutto durante il mese di ottobre,il suo totale supera 200 milioni di dollari con medie per cinema che in dodici giorni hanno oscillato tra 2500 spettatori e 1400 soltanto nell’ultimo fine settimana. Quando allarghiamo l’orizzonte agli incassi globali vediamo che le cifre lievitano a 557 milioni di dollari ma entrando nel dettaglio dei borderò europei si potrà notare,come nel caso italiano,l’enorme empatia suscitata da Joker. In Gran Bretagna la programmazione iniziata ai primi di ottobre vale ora £ 30.030.142, non c’è alcun segnale di competizione degli altri a parte il calando di Downton Abbey che in ogni caso dopo 5 settimane porta in dote £ 25.394.967. Fresca partenza in Francia dove le cinque giornate validano 1.357.118 biglietti per il personaggio interpretato da Joaquin Phoenix,che se misurati con l’appropriata metodologia della media per sala ne distribuirà 2100 per ognuna,mentre nella capitale l’affluenza diventerà addirittura virale. Joker a Parigi nel primo round settimanale viene visto da 360.968 che corrispondono a 4600 persone davanti a ciascuno schermo mettendo in rilievo quanto i parigini abbiano amato quella figura così esistenziale. Non di meno si registra in Spagna il clamore e il desiderio di vedere la storia che uscita un giorno dopo l’Italia raccoglie € 12.037.160. Qui sono i giorni feriali che hanno mantenuto costanza di numeri segnando un terzo del complessivo dimostrando che se le motivazioni sono alte non esistono mai ostacoli per uscire di casa e vedere film al cinema.