Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
Cinema & Business
Vedi tutti i film in programmazione
Forever Young
The Woman King
Riunione di Famiglia Non Sposate le Mie Figlie 3
Una Notte Violenta e Silenziosa
One Piece Film: Red
Bones and All
Una Mamma Contro G. W. Bush
The Menu
Guarda i Box Office



Le Charts della Settimana
Wakanda e il Menù degli Incassi
Black Panther 2 incrementa ancora guadagni, Differenze tra Europa e Usa
The Menu di nuovo preferito dai giovani, Bones and All buoni i primi giorni

Top 10: Dopo Wakanda Forever c'è Anya Taylor Joy
Top 10: Dopo Wakanda Forever c'è Anya Taylor Joy

Un altro weekend consegna stabilità in vetta alla classifica italiana. Black Panther: Wakanda Forever allunga il suo score con € 645.000 portando in cassa un totale di € 7.531.000 che in termini di presenze significano un milione. Sicuramente sta facendo da traino ad altre uscite,ma questa settimana c’è un film che continua a viaggiare senza sostegno presentando una trama curiosa e coinvolgente,The Menu. La pellicola che smuove articolazioni culinarie è stata la sorpresa di sette giorni fa,outsider del momento se non altro a causa di una certa indifferenza mostrata dalla stampa mainstream,ben distante nell’attribuirgli un coinvolgimento comunicativo. In ruoli chiave troveremo Anya Taylor Joy e Ralph Fiennes che condurranno gli spettatori ben oltre il tema dei cibi. Così l’avvincente storia ha catalizzato sotto molti aspetti il pubblico giovanile (180.000 biglietti) che ha contribuito all'interessante incasso di € 1.288.000. Va rimarcato che The Menu ha confermato l’ottima media schermo in quanto a spettatori (300) che superavano fin dall'inizio Diabolik – Ginko all’Attacco (199),film al contrario molto mediatizzato. Nonostante quest’ultimo avesse disponibile un parco cinema molto più ampio del competitor targato Searchlight (Disney),dobbiamo indicarlo come la delusione dei due weekend scrivendo cifra nettamente più bassa € 987.000. La cifra consente di verificare la differenza in negativo con il primo Diabolik che un anno fa con stessi giorni segnò € 1.615.000 ma il film alla fine non risultò di certo tra i campioni d’incasso 2021. Il vero mistero di Diabolik resta la ragione per cui si è voluto realizzare un sequel da un flop. Il panorama internazionale ancora una volta vede Black Panther: Wakanda Forever monopolizzare l’attenzione dopo il performante debutto. Prosegue l’intenso afflusso al film negli Stati Uniti ($ 45.584.000) che sebbene certifichi ancora un calo (-31.4%) porterà in cassa ammontare a $ 367.471.000. Trascorsi quasi venti giorni dal lancio viene da chiedersi quali differenze si registrano rispetto al capostipite Black Panther ? La pellicola con Chadwick Boseman nel 2018 dopo due weekend aveva superato 501 milioni di dollari e tutto lascia prevedere come il sequel difficilmente raggiungerà il dato finale di allora che fu record a $ 700 milioni,tuttavia con i probabili numeri delle settimane successive dovrebbe essere prossimo al podio annuale. Per la cronaca presente anche negli Usa corre bene The Menu ($ 19.000.000) dopo dieci giorni. Al pari delle giornate d’esordio nel resto d’Europa continua il trend favorevole di Black Panther: Wakanda Forever che rovescia l’andamento d’oltreoceano rivelandosi per tendenza più sostanzioso del primo episodio e pare preconizzare un decisivo segno più rispetto alla storia di quattro anni fa. Per certo Black Panther ha contribuito a radicare nel continente un Comic che non aveva mai avuto la stessa rilevanza dell’America ma adesso si raccolgono i frutti. Solo in Francia è stato già visto da 2.767.000 persone e nel Regno Unito ha sommato dall’inizio 27.000.000 sterline. Quindi i mercati principali guardano senza dubbio molto in alto nella stima del film non dimenticando che dalla Germania si aggiungono altri 1.112.000 ingressi,mentre dalla Spagna ai 5 milioni e 800 mila euro del complessivo corrispondono 862.000 presenze. Intanto si volta pagina dal weekend appena trascorso dove tutto sta cambiando per l'avvicinarsi delle feste di fine anno e arrivano le primissime cifre di attese partenze. Strange World: Un Mondo Meraviglioso,l’animazione Disney in 5 giorni incassa € 636.000 arrivando a ridosso del leader Black Panther 2,mentre Bones and All di Luca Guadagnino sommerà € 597.000 portandosi addirittura in testa nelle prime 2 giornate (mercoledì e giovedì) quando aveva battuto Wakanda Forever.

La Redazione
Cinema & Business
Jurassic World: Il dominio visto dal botteghino
Le cifre del film da Occidente a Oriente, Ma l’Italia resterà sotto le attese
Fa correre l’estate americana. Per Spielberg dopo quattro anni trionfo in Cina

Jurassic World: Il Dominio, Protagonista del 2022
Jurassic World: Il Dominio, Protagonista del 2022
Avevamo visto in precedenza come l’esordio italiano di Jurassic World: Il Dominio abbia posto sotto i fari dell’interesse internazionale tutti i numeri che uscivano dal botteghino. Nell’unico paese europeo dove il film era in proiezione si cominciava a leggere dalle cifre quanto gradimento e prospettive fossero da interpretare per l’ultimo episodio di questa lunga saga iniziata nel 1993 dall’ormai leggendario Jurassic Park di Steven Spielberg. Buono senz’altro il primo match che portò in cassa  € 3.181.000 corrispettivo di 423.000 biglietti venduti (884 media x schermo),ma nel secondo weekend vedremo una diminuzione imprevista di pubblico. Complici le giornate di caldo estivo che hanno distratto dalla visione in sala abbiamo assistito a un calo generalizzato per tutti i film. Non vanno sottovalutati pure gli effetti delle ferite dolorose causate dalle lunghe restrizioni e gli aumenti indiscriminati,speculativi,dei beni di prima necessità che penalizzano per indotto cultura e spettacoli. Dal punto di vista contabile il decremento relativo al nuovo Jurassic World  si attestava su -58% rispetto a sette giorni prima. A metà giugno totalizzava € 5.230.937,nei mesi successivi alzerà la cifra fino ad un definitivo € 8.100.000 con un portfolio sopra la soglia del milione di presenze (1.120.000). Panorama pressoché completo per ciò che riguarda i dati delle uscite estere. Il mese di giugno si concentrò su tale evento lasciando che Jurassic World: Il Dominio liberasse l’esplosione dell’attesa tra il pubblico di ogni latitudine. Negli Stati Uniti iniziò molto bene,forse leggermente superiore alle previsioni degli analisti,così le prime tre giornate scriveranno numeri dai molteplici indirizzi. La leadership americana ha valso 145 milioni di dollari sostenuta da una media per sala di 31.000 dollari dimostrando l’affollamento giornaliero degli schermi,cifre che aggiornate all'ottobre successivo incrementeranno a $ 376.000.000 e insieme a quelle del resto del mondo centreranno il miliardo ($ 1.001.150.000). Subito rimbalza alla memoria il debutto del predecessore,Jurassic World:Il Regno Distrutto,che a giugno 2018 rese un weekend di fatto equivalente,148 milioni di dollari,sanciti da una media schermo fissata a 33.000 dollari. Per le statistiche quel film terminò il mercato cinematografico soltanto negli Usa a 418 milioni di dollari. Per raffronti più recenti solo tre settimane prima di questa pellicola aveva esordito,Top Gun Maverick,con $ 126.707.459 che è divenuto il campione dell’anno riuscendo a realizzare in seguito 716 milioni di dollari. La pellicola che,a dispetto dello scetticismo generale,ha riportato Tom Cruise al successo planetario dimostra insieme a quella prodotta da Amblin e Universal come nel 2022 il box office estivo stia nuovamente correndo verso l’alto. Il complessivo degli incassi Usa nei cinema durante sette mesi ammonterà a $ 4.481.760.599,ma l’anno passato (a fine luglio 2021 furono $ 1.404.511.997) per toccare questo livello bisognò attendere il 31 dicembre e ciò farebbe capire come i timori dell’era pandemica siano definitivamente al capolinea. In Europa Jurassic World: Il Dominio ha replicato in proporzione l’andamento statunitense,in particolare in Spagna dove con soli quattro giorni di proiezioni stabilirà 835.000 spettatori incassando € 5.569.000 ma nel mese di ottobre avrà totalizzato € 18.100.000,dato concernente 2 milioni e 847 mila ingressi. Dalla Francia l'uscita ne segnala da subito 1.165.165 corrispondenti a 1.734 biglietti per cinema (il doppio dell’Italia) mentre a Parigi il debutto circoscriverà un dato spettatori pari a 213.243 seppur con la media schermo (2.633) più elevata dell’intero paese. Successivamente ad ottobre al termine delle proiezioni andrà a sommare 3 milioni e 500 mila biglietti in tutto il mercato francese. Nel Regno Unito il film diretto da Colin Trevorrow é incrementato fino a £ 35.104.000 e se passiamo a Oriente osserviamo in Corea Del Sud 2.900.000 presenze dopo un mese e mezzo dall'inizio. Ma saranno le sale Made in Cina a consegnare il segno del trionfo a Jurassic World: Il Dominio con quasi dieci milioni di ingressi (9.834.718) in fase d'esordio. Prima dell’odierna opening fu un altro film targato Steven Spielberg a fare meglio in partenza quando nel marzo 2018 Ready Player One venne visto da 10.608.680 Cinesi.