Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
Cinema & Business
Vedi tutti i film in programmazione
Parasite
Le Ragazze di Wall Street
Motherless Brooklyn - I Segreti di una Città
Gli Uomini d’Oro
La Belle Epoque
La Famosa Invasione degli Orsi in Sicilia
Guarda i Box Office



Cinema: I vuoti estivi mettono in attesa Dunkirk
Italia fanalino di coda arranca nelle presenze in sala, anche la Spagna avanti
Caldo e crisi non invogliano il pubblico che dovrà aspettare per il film di Nolan

Un'immagine da Dunkirk
Un'immagine da Dunkirk
L’estate cinematografica 2017 di nuovo non ha fornito numeri sufficienti,anzi le presenze di questi mesi al cinema stabiliscono con ogni probabilità il naufragio definitivo dei molti,encomiabili tentativi di portare gli italiani in sala. Non bastano titoli di grido,comfort e aria condizionata il periodo estivo sembra un tabù insormontabile dettato incredibilmente da ragioni tradizionali e climatiche che distraggono attenzione,ma di certo sono indiziati prezzi dei biglietti troppo alti e un complesso disinteresse sociale a vedere film sul grande schermo,indolenza per il vero spalmata in tutto l’anno. Sta di fatto che se confrontiamo le cifre con quelle di paesi omogenei per abitanti all’Italia riusciamo a comprendere quanto risultino striminzite. L’unica area che potrebbe fornire dati parzialmente simili è quella spagnola pur con una popolazione di 14 milioni in meno rispetto allo stivale,anche se l’insieme della biglietteria annuale risulta da anni nettamente superiore a quella italiana. Pirati dei Caraibi – La Vendetta di Salazar sugli schermi domestici ha raggiunto 1.800.000 spettatori durante otto settimane mentre nel medesimo tempo in Spagna fermava 2.100.000 presenze. Wonder Woman da noi in sette settimane sarà visto da 538.000 quando invece le sale iberiche in appena un mese conteranno per il fantasy con Gal Gadot 1.000.000 di biglietti. Stessa situazione per La Mummia che in sei settimane ha venduto 666.000 tagliandi,ma nel contempo la distribuzione ispanica ne sommerà per l'horror 1.308.000. Uguale tendenza pare essere sostenuta nei due paesi per l'uscita di The War - Il Pianeta delle Scimmie,che alla luce dei numeri di metà luglio scriverà 160.000 presenze nella penisola italiana e 475.000 in quella iberica. Evidentemente la calura non incute timore in Spagna dove d'abitudine risulta tra le più alte del Mediterraneo e non vanno inoltre dimenticati anche i prezzi d'ingresso meno gravosi rispetto alle sale tricolori. Resta aperto un buco nero di difficile ricomposizione che sta portando molte società big del noleggio cinematografico a disinteressarsi della stagione calda,prima fra tutte Disney. Intanto l'uscita contemporanea in molti paesi (47) di Dunkirk,ultimo atteso film di un celebrato autore come Christopher Nolan,ha fatto gridare nel web allo scandalo per l'assenza di proiezioni italiane. Siamo d'accordo che una pellicola prestigiosa già oggetto di acceso dibattito stia provocando di fatto una disuguaglianza sul piano culturale stabilendo paesi di prima e seconda categoria. Tutto questo é l'effetto di una causa economica il cui esito abbiamo visto nei dettagli assumere toni macroscopici,ma Warner Bros lo distribuirà comunque alla fine di agosto come aveva già comunicato mesi fa. Del resto dalla metà di luglio in poi assistiamo solitamente ad un'impennata ancora maggiore verso il basso delle presenze al cinema e i paragoni con gli altri paesi sarebbero stati impietosi. Dunkirk é un film dal quale si attendono risultati eccellenti e non poteva essere bruciato così,le performance sono dimostrate da ottimi riscontri all'opening scattando nei box office che curiamo settimanalmente. Negli Usa viaggia in testa dopo aver battuto i grandi dell'estate realizzando $ 50.513.488,in Gran Bretagna sbaraglia la concorrenza incassando 10.023.720 sterline e superando con oltre un milione di pound il precedente di Nolan,Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno. Francia molto empatica per il film che lanciato in 670 schermi conterà alla fine del weekend 707.891 spettatori,mentre a Parigi presentato in oltre settanta schermi avrà una media per ciascuno di 2275 biglietti,un dato molto alto considerato il periodo. Il film di Nolan proprio per la sua particolare natura potrebbe trovare in Italia maggior condivisione quando il pubblico comincerà a riavvicinarsi alle sale verso la fine estiva.
27 luglio 2017