Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
APRILE 2021
TOP

Vuoi consultare i Film Joker dei mesi precedenti?
Scegli il mese e clicca su Vai

Il Meglio e il Peggio del mese
THE SOCIAL NETWORK di David Fincher
Sceneggiatura di Aaron Sorkin

Con Jesse Eisenberg,Andrew Garfield,Justin Timberlake,Brenda Song

Tutti i film di David Fincher possiedono un substrato che sa trascendere lo scenario comunemente rappresentato. Alcuni di questi ci conducono a chiavi inequivocabili di matrice esoterica. The social network si apre emblematicamente in una notte invernale ad Harvard fra l’ossessiva motivazione di uno studente informatico e l’intuizione geniale di aver scoperto l’equazione matematica che probabilmente offrirà un sussulto alla propria e alla vita degli altri. L’algoritmo calcola un programma  che quantifica una misurazione;stabilisce efficacemente un confronto competitivo fra i sessi,potenzialmente mette in moto il desiderio e la capacità immediata di relazionarsi come pure di trovare nuove amicizie. Se pensiamo che in quei giorni nella Bosnia devastata dalla guerra non c’erano strade ma c’era Facebook,sarà facile comprendere la delineazione di un nuovo impensabile mezzo che riesce a migliorare la qualità della vita. Si stava imponendo l’impronta di un progresso definibile come una grande rivoluzione moderna. L’irresistibile ascesa targata social network nella più potente e futuribile delle aree mediatiche al di là della recente temporalità, Fincher sa raccontarla in versione simbolica. Sequenza dopo sequenza ci fa entrare in una costruzione che sa cogliere gli emblemi di una società,il match fra tradizione e innovazione intriso di aspirazioni legittime verso l’indipendenza e la libertà offuscate da ambigue nubi cariche di potere del denaro. Così in un ipotetico supporto si interfacciano immagini,suoni,icone,rappresentazioni e stili in un vorticoso ma comunicante affresco interattivo dell’epoca digitale. Il racconto lontano da una proposizione di tipo cronachistico assume con dovizia stilistica le sembianze di una metastoria che coglie il divenire di questo secolo nei segni di un mondo,ora deliziato,ora travolto dallo strumento informatico principale protagonista di un cambiamento a tutto gas.