Primo Piano
Crossfire
Film Joker
Box Office World
Premi & Festival
Trova Cinema
La Vetrina
In Sala
Scrivici
Cinema & Business
Vedi tutti i film in programmazione
Parasite
Le Ragazze di Wall Street
Motherless Brooklyn - I Segreti di una Città
Gli Uomini d’Oro
La Belle Epoque
La Famosa Invasione degli Orsi in Sicilia
Guarda i Box Office



La Spagna in corsia di sorpasso
Periodo favorevole che pone il mercato iberico su livelli di eccellenza
Colmato il divario di presenze con l’Italia, incassi e differenze tra film

Il 2014 è stato per il mercato cinematografico spagnolo un anno storico non soltanto per l’incremento di incassi e biglietti venduti che superano doppia cifra in percentuale. Per la prima volta dopo trentasette anni il box office registra +14% in un sol colpo,di prima battuta significa crescita enorme sul 2013,stagione di caduta libera principalmente per l’abolizione del regime agevolato di Iva locale,riallineato sui parametri di altri beni,che aveva fatto aumentare troppo il biglietto. Compreso l’errore e in seguito ad innumerevoli sit in di protesta,la tassa sugli ingressi è stata riportata a livelli più consoni con l’effetto immediato di riportare gente al cinema. Tendenzialmente il rally 2014 non trova riscontri europei e a conti fatti gli ingressi complessivi nelle sale cinematografiche sono stati 87.438.375,dato corrispondente più o meno a quello dell’Italia,assumendo nel paragone una maggiore velocità per il potenziale di quest’ultima relativo a 14 milioni di abitanti in più. Il mese di dicembre è stato l’acuto più alto per assistere ai film con 8.754.279 biglietti venduti,le aree del paese a maggior densità cinefila risultano Madrid con 17 milioni e mezzo di presenze e Barcellona con 13 milioni. L’ottimo riscontro per alcune pellicole nazionali è stato un fattore primario che ha richiamato pubblico senza riserve spalmando il successo su storie di vario genere. Ocho Apellidos Vascos,la commedia di Emilio Martínez Lázaro,ha visto in poltrona 10 milioni di persone incassando 58 milioni di euro, la sua performance allinea trend dinamico sui livelli degli incassi monstre francesi. Molto buona è stata la risposta per il thriller El Niño di Daniel Monzón con 16.2 milioni incassati e uno score di 2.700.000 presenze,segue il comico Torrente 5 che guadagnerà 10.7 milioni corrispondenti a 1.800.000 spettatori. I risultati de La Isla Minima (€ 7.400.000),drama - thriller di Alberto Rodríguez,coniugano botteghino e cinema di qualità con una storia molto apprezzata in sede critica e per questo pluripremiata. Abbiamo accennato al divario ormai colmato tra le presenze di Spagna e Italia,cercando di entrare nel dettaglio a lato evidenziamo i film internazionali distribuiti in entrambi che hanno ottenuto le maggiori entrate tra l’autunno 2014 e questi ultimi giorni. In generale molte produzioni sembrano avere maggior sprint nella penisola iberica stabilendo di solito più ampia tenuta nei giorni feriali quanto più resistente permanenza attraverso le settimane. Il confronto è reso possibile dall’omogeneità della moneta unica ma se volessimo sottolineare il costo inferiore dei biglietti praticato in Spagna sicuramente avremmo dalle presenze ottenute per ogni film ulteriori sorprese. Cinquanta Sfumature di Grigio nell’ideale derby risulta in termini di euro praticamente alla pari,nei cinema spagnoli ha ancora un discreto margine di miglioramento essendo tuttora in programma. Invece appare subito netta la differenza per altri blockbuster,Lo Hobbit – La Battaglia delle Cinque Armate,Hunger Games: Il Canto della Rivolta e Lucy di Luc Besson nelle sale italiane sono andati bene ma evidentemente non hanno avuto quella profondità d’affluenza necessaria. Vantaggio Italia per quel che riguarda i numeri di Interstellar di Nolan e soprattutto American Sniper di Clint Eastwood,per il quale il pubblico tricolore ha tributato un entusiasmo non riscontrabile in altro paese d’Europa. Medio alto l’incasso italiano di Non Sposate le Mie Figlie ! mentre gli iberici lo hanno omaggiato con oltre il doppio di euro. Nello specifico la commedia francese con Christian Clavier,oggetto di culto in patria,ottiene grandi prestazioni anche in altri territori europei ma le differenze accentuate e divergenti potrebbero derivare da un fattore di ricettività culturale che il film contiene in filigrana.
4 aprile 2015